Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Shazam, download ed utilizzo dell'app per la ricerca della musica

L'app gratuita che riconosce in pochi secondi la canzone che state ascoltando, elencando il titolo, l'autore e l'eventuale album di provenienza
L'app gratuita che riconosce in pochi secondi la canzone che state ascoltando, elencando il titolo, l'autore e l'eventuale album di provenienza
Link copiato negli appunti

Vi è mai capitato di trovarvi in quelle situazioni in cui sentite una canzone che vi piace alla radio, ma siete in fila in auto o alla cassa di un supermercato o, comunque, troppo impegnati per capire di il titolo del brano? Se siete fortunati, magari lo speaker ripeterà il titolo e l’artista del brano, ma anche in questo caso potreste avere difficoltà a ricordarvene una volta arrivati a casa.

Quale che sia la vostra situazione, Shazam è l'app gratuita che fa al caso vostro, in quanto riesce a riconoscere, in pochi secondi, la canzone che state ascoltando, riportandovi il titolo, l’autore e l’eventuale album di provenienza.

Installazione e primo utilizzo dell’app

L’app è disponibile per qualsiasi dispositivo e sistema operativo per cellulari e tablet, tra cui Android, iOS e Windows Phone; per scaricarla non vi resta che seguire questo link o cercarla nei rispettivi marketplace di appartenenza.

Foto 1

Una volta completato il download e l’installazione di Shazam, vi ritroverete nel menu principale, che servirà non solo da home iniziale dove poter consultare artisti e album, ma soprattutto vi permetterà di effettuare la ricerca della canzone che state ascoltando in quel determinato momento.

Foto 3

Per utilizzare l’app, vi basterà premere il bottone al centro dello schermo per iniziare a shazzamare ovvero far "ascoltare" la canzone all'app, il quale dopo qualche secondo provvederà a darvi il risultato che state cercando; niente di più semplice. Nella stragrande maggioranza dei casi, Shazam sarà in grado di riconoscere il brano in questione, anche se l’audio non dovesse essere abbastanza pulito o il volume non sufficientemente alto. La percentuale dei brani riconosciuti è molto alta, dunque se non sarà in grado di individuare il brano, allora vuol dire che la fonte non è sufficientemente chiara.

Raramente, nonostante il database musicale venga aggiornato in continuazione, potrebbe succedere che alcune canzoni non vengano riconosciute, soprattutto per quei cantanti o gruppi appena nati o poco celebri.

La home di Shazam vi servirà principalmente per sfruttare la caratteristica principale del software, ma qui potrete trovare anche tutte le “shazammate” effettuate da altri utenti, permettendovi così di scoprire qualche cantante o artista nuovo per voi.

Nella pagina My Shazam troverete un riepilogo di tutti i brani che avete cercato con il programma; oltre a darvi le usuali informazioni quali artista, titolo del brano e album, Shazam vi permette di ascoltare i brani, indicandovi anche in quale store potrete acquistare l’album, tra Google Play, Amazon, iTunes e così vià.

Foto 4

Nel tab Classifiche potrete invece scoprire quali sono le canzoni più ascoltate in quel momento, tutte divise in numerose categorie; potrete quindi trovare le migliori hit Dance, Pop, Country o Rock, così come vi verranno presentate le classifiche mondiali, italiane o di una specifica nazione a vostra scelta.

Foto 5

Infine, se lo desiderate, potrete effettuare una registrazione totalmente gratuita al servizio di Shazam, in modo tale da avere un account unico da condividere con eventuali altri dispositivi, compreso il vostro PC o Mac, o per ascoltare quei brani o album stando comodamente seduti sul vostro divano.

Foto 6

Le impostazioni di personalizzazione sono piuttosto semplici ma sono presenti tutti quegli elementi fondamentali per un’app di questo genere, come la possibilità di connettervi al vostro account Spotify per condividere album e canzoni ascoltate, la capacità di attivare o meno le notifiche sul vostro dispositivo, una vibrazione per avvertirvi della completata ricerca di una canzone, se avviare o meno la ricerca automatica delle canzoni appena avvierete l’app, se condividere la posizione in cui vi trovate tramite la geolocalizzazione ed infine potrete impostare anche quale store utilizzare come predefinito.

Foto 7

In conclusione, l’app dimostra di essere davvero efficace nel riconoscere e trovare i brani musicali ed è molto facile da utilizzare. Grazie alla sua community e alle top hits avrete numerose altre fonti da cui attingere per scoprire qualche nuovo artista di vostro gradimento. La possibilità di connettersi con Spotify e quella di creare un profilo unico, lo rendono perfetto anche come riproduttore musicale.

Ti consigliamo anche