Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

NOma: cos'è e come ottenerlo

Un'ottima App promossa dall'associazione Sulle nostre gambe per approfondire le conoscenze sulla mafia e su come combatterla
Un'ottima App promossa dall'associazione Sulle nostre gambe per approfondire le conoscenze sulla mafia e su come combatterla
Link copiato negli appunti

NOma, che sta per “NO mafia” è un’app per dispositivi mobile, come smartphone e tablet, dedicata alle piattaforme Android e iOS, che permette di conoscere ed esplorare le storie legata alla mafia. L’idea di creare un app di questo tipo è dell’associazione culturale “Sulle nostre gambe”, fondata da Pierfrancesco Diliberto (personaggio televisivo noto anche come Pif), e il suo scopo è quello di diffondere le storie delle numerose persone che hanno combattuto la mafia o che hanno avuto a che fare con essa, fino al punto di sacrificare le proprie vite.

foto 1-2

Una volta scaricata ed installata l’app, vi ritroverete nella schermata principale dalla quale potrete avere accesso alle tre principali sezioni, ovvero Le storie, Il progetto e Pizzo-free; nella prima sezione, troverete un elenco delle principali storie che riguardano la mafia, i loro protagonisti e le vicende che li hanno riguardati; ad esempio cliccando sul primo personaggio, Paolo Borsellino, una delle più famose e importanti vittime della mafia, vi ritroverete in una schermata principale nella quale vi verrà descritto il personaggio in questione, mentre a fondo pagina troverete i nomi di tutti i membri della scorta che persero la vita durante l’attentato, permettendovi a sua volta di cliccare su ognuno di essi per conoscere la loro storia e approfondire così vicende che difficilmente vengono raccontate tramite i maggiori canali d’informazione.

foto3

Nella schermata principale di Paolo borsellino e di tutti gli altri protagonisti delle altre vicende, troverete due pulsanti, ovvero “Visita a 360°” e “Guidami qui”; tramite la prima potrete visitare il luogo dell’attentato e, proprio come in una foto a 360°, potrete ruotare la telecamera per visualizzare il posto sotto ogni angolazione, il tutto mentre una voce narrante vi descriverà gli eventi accaduti, le persone coinvolte ed in generale la situazione e il luogo in cui ci si trova; invece con il secondo pulsante potrete ottenere un collegamento a maps, il quale vi guiderà appunto alla posizione esatta dell’attentato, utile in caso vogliate visitare il posto per vostra conoscenza personale o per portare un omaggio ai caduti, o anche solo per venire a conoscenza di dove si trovasse il posto.

Nella sezione “Il progetto” troverete invece una descrizione sull’associazione culturale Sulle nostre gambe, sul suo scopo di mostrare ai cittadini gli eventi, le persone e i luoghi in cui si è combattuta la mafia e le battaglie più feroci, che non avvennero solo in strada ma soprattutto nei tribunali e nelle carceri; sarà presente anche il video di Pif che descriverà brevemente l’app NOma, il suo scopo e da chi è stata progettata e sviluppata.

foto4

Spostandovi invece nell’ultima sezione chiamata “Pizzo-free”, troverete una descrizione dettagliata su cos’è l’iniziativa “Addiopizzo”, ovvero un movimento nato da un gruppo di giovani, commercianti e consumatori che hanno deciso di combattere la mafia, denunciando appunto le richieste di pizzo da parte della mafia; in questa sezione troverete anche un link al sito ufficiale dell’associazione, così come potrete trovare un elenco delle attività che ne fanno parte. Potrete così visualizzare un grande elenco diviso per categorie principali e cliccando su una di esse si aprirà un’ulteriore elenco di sottocategorie e cliccando su una di esse vi verrà aperta una pagina con l’elenco di tutte le attività commerciali di quel tipo, comprensivo di indirizzo, numero di telefono ed eventuale sito internet.

foto5

A livello tecnico l’app funziona senza rallentamenti o impuntamenti di sorta, sia su tablet che su smartphone. L’iniziativa lodevole e l’ottima realizzazione è inoltre confermata dalle tante recensioni positive sui rispettivi store.

Un app importante, che magari aiuterà i più giovani a conoscere la lotta che il nostro paese combatte da diversi decenni. Oltre alle storie, la possibilità di trovare in pochi tap un ristorante o un locale che aderisce al progetto Addiopizzo, rende l’app utile anche nella quotidianità.

foto7

Ti consigliamo anche