Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Navigatori per Android: quali sono le migliori App

Navigatori per Android ce ne sono molti, da Google Maps fino ad arrivare a quelli meno conosciuti, sia online che offline. Vediamo quali sono le app migliori per la navigazione in auto su Android
Navigatori per Android ce ne sono molti, da Google Maps fino ad arrivare a quelli meno conosciuti, sia online che offline. Vediamo quali sono le app migliori per la navigazione in auto su Android
Link copiato negli appunti

Di navigatori per Android ce ne sono davvero tanti: si parte da Google Maps, il navigatore di Mountain View, fino ad arrivare a quelli meno conosciuti, sia online che offline. Ma quali sono le app migliori per la navigazione in auto su Android?

Google Maps, il re dei navigatori per Android

Quando si parla di navigatori per Android non si può non citare Google Maps, il re dei navigatori per il robottino verde. Già preinstallato su tutti i dispositivi Android, Google Maps è stato altamente migliorato rispetto alle prime versioni, che non scalavano sulla base delle prestazioni dello smartphone.

Ad oggi, Google Maps è di sicuro il navigatore per Android più utilizzato, sia per la navigazione in auto che per gli spostamenti a piedi o con mezzi pubblici.

All'avvio dell'app, Google Maps ci mostrerà la nostra posizione sulle famose mappe di Google a tutto schermo. Usando la gesture "swipe a destra" apriamo il menù laterale per aggiungere o rimuovere filtri e aumentare le informazioni fornite dall'app. Possiamo infatti conoscere informazioni sul traffico in tempo reale, visualizzare le linee note per il trasporto pubblico, trovare le piste ciclabili in città e attivare la visualizzazione da satellite.

Per attivare la funzione di navigatore non dovremo far altro che cliccare sul pulsante blu con l'icona di un segnale stradale oppure cercare un luogo e cliccare sul simbolo dell'auto.

Dopo aver scelto la destinazione ci verrà chiesto di specificare il mezzo di trasporto che preferiamo e avviare eventualmente la navigazione facendo "tap" sull'icona del navigatore.

Clic per ingrandire

Clic per ingrandire

Uno dei tanti pro dell'utilizzo di Google Maps, oltre ad essere già integrato in tutti i dispositivi Android, è la semplicità d'utilizzo. Solo Google Maps ci offre la visione dell'area via satellite, che va ad aggiungersi ad altre feature come le informazioni sui mezzi pubblici e sul traffico.

Come tutti i navigatori online, anche Google Maps diventa praticamente inutile in assenza di connessione ad Internet: la voce guida non ci supporterà durante la navigazione e potremo utilizzare le mappe solo se precedentemente scaricate tramite una connessione Wi-Fi (l'ideale per ha bisogno della mappa di una città quando si è in vacanza all'estero).

Waze, l'alternativa "social"

Tra i navigatori per Android, era impossibile non citare l'alternativa "social" a Google Maps: si tratta di Waze, un navigatore online che ha catturato l'attenzione di Big G. per una delle sue funzionalità aggiuntive. Waze è in grado di raccogliere informazioni dai suoi utilizzatori e stimare condizioni di traffico e problemi di viabilità lungo le strade.

Clic per ingrandire

Clic per ingrandire

Ogni utente di Waze, infatti, può segnalare tramite l'applicazione la presenza di un incidente lungo la strada, di un posto di blocco o di un autovelox, lasciando un commento e condividendo così con gli altri utenti ciò che accade lungo la strada.

Per il resto, Waze funziona esattamente come Google Maps e ogni altro navigatore online, sebbene non abbia alcune fuzioni aggiuntive come la visione da satellite o le informazioni sul trasporto pubblico.

A differenza di Google Maps e grazie al contributo dei suoi utenti, Waze è in grado di rilevare sempre limiti di velocità e presenza di autovelox lungo il percorso, in modo da prevenire multe per eccesso di velocità.

Here Maps, anche in assenza di connessione

Avete mai utilizzato Ovi Maps di Nokia sui vecchi smartphone dell'azienda finlandese? Ebbene, Here Maps è in pratica il fratello maggiore di Ovi: oltre ad essere disponibile su piattaforma Android, ne migliora le funzionalità e preserva il suo funzionamento offline.

Un navigatore offline può funzionare anche in assenza di connessione ad internet, il che rende Here Maps l'equivalente su smartphone dei navigatori satellitari per auto.

E come tutti i navigatori offline, Here Maps di Nokia richiede il download delle mappe di una nazione prima della navigazione: ciò si traduce in una grande quantità di dati da memorizzare per avere sempre disponibile la navigazione, anche in assenza di connessione.

La voce guida di Here Maps, a differenza di Google Maps, sarà sempre disponibile e riesce a funzionare grazie ai file scaricati sullo smartphone.

L'unico contro di avere tutte le informazioni salvate prima della navigazione riguarda l'aggiornamento dei dati: è necessario effettuare il download di nuove informazioni per avere sempre una navigazione precisa e perfetta - cosa che è "trasparente" per chi utilizza i navigatori online.

Inoltre, nell'attuale versione Here Maps non fornisce ancora informazioni sugli autovelox, il che risulta essere una grave pecca per un navigatore offline che si rispetti.

Moovit, il navigatore per chi usa i mezzi pubblici

Infine, una piccola parentesi dedicata a chi utilizza i mezzi pubblici. Una delle funzionalità aggiuntiva di Google Maps è quella di fornire informazioni sui mezzi pubblici e preparare un percorso di navigazione utilizzando metro, tram e bus in determinate città d'Italia.

Lo stesso discorso, ma in maniera più ampia e precisa, è affrontato da Moovit, il navigatore pensato apposta per chi usa i mezzi pubblici.

Questo navigatore ibrido, nato quasi per scommessa, ha trovato effettivo utilizzo in molte città italiane. Per alcune di queste, sono stati stipulati dei veri e propri accordi per connettere l'applicazione ai mezzi di superficie (tram e bus) e inviare informazioni di viabilità agli utenti. Laddove mancassero queste informazioni, Moovit usa il suo aspetto "social" per fornire ai viaggiatori informazioni in tempo reale sui ritardi di autobus, tram e metro, il tutto sfruttando il GPS dello smartphone quando si trova in modalità "Viaggio".

Insomma, Moovit non rientra nella categoria dei "navigatori per auto" ma di sicuro risulta essere un ottimo strumento per chi viaggia su mezzi pubblici in grandi città.

Ti consigliamo anche