Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Come inserire Google AdSense su un sito Wordpress

Vediamo qual è la procedura per inserire la pubblicità attraverso AdSense sui siti o blog Wordpress
Vediamo qual è la procedura per inserire la pubblicità attraverso AdSense sui siti o blog Wordpress
Link copiato negli appunti

Un blog di successo può consentire a chi lo amministra di monetizzare un po’ il traffico generato. Per provare a guadagnare un po’ attraverso il proprio blog realizzato utilizzando la nota piattaforma WordPress è necessario inserire banner pubblicitari. Il modo più semplice è quello di integrare la piattaforma AdSense di Google e confidare sul successo del proprio sito web.

Integrare AdSense in WordPress non è difficile in quando esistono dei plug-in appositi, alcuni dei quali personalizzabili che permettono, cioè, di collocare la pubblicità solo dove necessario.

AdSense in WordPress come fare

La via più semplice è quella di utilizzare il plug-in di AdSense per WordPress. La sua implementazione è davvero banale e richiede solamente che il sito non sia stato realizzato attraverso la piattaforma WordPress.com. In tutti gli altri casi, per installarlo, i webmaster possono farlo direttamente dalle pagine di amministrazione del blog. Si ricorda che per installare un plug-in è necessario disporre dei diritti d’accesso come amministratore.

01_adsense

All’interno di WordPress, nella barra laterale per amministratori, i webmaster dovranno cliccare su “Plugins” e poi selezionare “Add New” (Aggiungi nuovo). Nel campo di ricerca digitare, poi, “Google AdSense” e poi avviare la ricerca.

All’interno dei risultati i webmaster dovranno individuare AdSense, selezionarlo e poi cliccare su “Install Now” (Installa ora). AdSense andrà così ad installarsi e sarà pronto per funzionare. Ovviamente, il plug-in dovrà essere configurato con l’account pubblicitario dell’utente.

Come configurare AdSense su WordPress

Per prima cosa, i webmaster dovranno cliccare su Settings (Impostazioni) per aprire il plug-in, quindi fare clic su Get started (Inizia). Può essere necessario accedere al proprio account Google per continuare, ossia all'account Google che si utilizza per AdSense, Search Console e qualsiasi altro prodotto Google associato al sito WordPress.

02_adsense

Se non si dispone di un account Google per questi prodotti, non è un problema perché è possibile crearne uno di nuovo. Gli utenti dovranno poi controllare le informazioni sul sito e fare clic su Verifica. Una volta completata la verifica, il browser tornerà a WordPress. Tale passaggio potrebbe richiedere qualche secondo. Google suggerisce di attivare entrambi i servizi degli annunci e di utilizzarli insieme se si desidera pubblicare su dispositivi mobili e non.

I webmaster dovranno aprire le impostazioni del plug-in, abilitare gli annunci automatici per dispositivi mobile e attivare l’opzione automatica. Inoltre, dovranno abilitare l’Ad Manager che permette di inserire gli annunci AdSense.

Il plug-in regola automaticamente il layout degli annunci per gli utenti di dispositivi mobili per assicurarsi che gli annunci si adattino correttamente agli schermi dei dispositivi mobili. Questa è una funzione utile perché differenti layout di annunci funzionano meglio su differenti tipi di schermi e dispositivi. Non sono richieste altre operazioni di impostazione.

03_adsense

Aprendo Ad manager i webmaster potranno verificare i temi di WordPress per verificare i posizionamenti degli annunci ed apportare le eventuali modifiche. La verifica si effettua attraverso il menu “Design” e “Preview”.

Le caselle verdi mostrano dove verranno visualizzati gli annunci in tutte le parti del sito che utilizzano il modello. Ciascuna di esse rappresenta un posizionamento diverso, ovvero uno spazio riservato in cui gli annunci possono essere visualizzati sulle pagine che utilizzano il tuo modello. Gli annunci possono essere postati ed inseriti attraverso un comodo indicatore.

Il massimo è tre posizionamenti: non si può salvare più di tre posizionamenti per modello. Tre è il numero massimo consentito dalle norme AdSense. 

 

E’ possibile, inoltre, scegliere i tipi di annunci ed i formati. Effettuate tutte le modifiche, gli utenti potranno cliccare su “Save & activate”. AdSense inizierà immediatamente a pubblicare gli annunci.

Ti consigliamo anche