Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Aptoide: cos'è e come funziona lo Store per App Android

Market di applicazioni Android alternativo a Google Play che oltre a metterle a disposizione permette la configurazione e la gestione di un proprio store
Market di applicazioni Android alternativo a Google Play che oltre a metterle a disposizione permette la configurazione e la gestione di un proprio store
Link copiato negli appunti

Android è una piattaforma flessibile e molto più libera di iOS e questo ha permesso nel tempo la nascita di market delle applicazioni paralleli che si pongono l’obiettivo di permettere agli utenti di poter accedere gratuitamente a tutte le app presenti nel Play Store, anche quelle a pagamento. Sicuramente tra i più noti c’e Aptoide, un market delle applicazioni per dispositivi Android molto ben fatto e di semplice utilizzo. Da un certo punto di vista, Aptoide può essere visto come Cydia per Apple.

Come installare Aptoide

Aptoide non è presente come applicazione all’interno del Play Store ed andrà dunque scaricato ed installato manualmente attraverso il suo apk. Come noto, per poter installare apk non ufficiali, gli utenti dovranno disabilitare la protezione dal loro dispositivo. Solitamente, questa opzione si trova su Impostazioni -> Sicurezza -> Origini sconosciute. Tuttavia, oggi, con la personalizzazione degli smartphone, l’opzione può trovarsi altrove.

Come utilizzare Aptoide

Aptoide è un normalissimo market delle applicazioni in cui tutti possono caricare i loro lavori senza dover passare per le verifiche di Google. Grazie a questa particolarità, gli utenti potranno trovare non solo le applicazioni ufficiali ma anche applicazioni mod, cioè modificate da parte degli utenti. Inoltre, sono presenti anche applicazioni normalmente a pagamento ma qui inserite come gratuite. Si tratta, quindi, di app “riviste” che si sconsiglia di scaricare non solo perché illegali ma perché potrebbero nascondere delle insidie. Google, infatti, sconsiglia di utilizzare questo market delle applicazioni proprio per motivi di sicurezza.

Inoltre, Aptoide non dispone di filtri antivirus in grado di rilevare apk sospetti ma si affida solo alla community che avrà il compito di valutare e quindi votare la validità dell’app pubblicata. Aspetto molto interessante, Aptoide permette di scaricare non solo l’ultima release dell’applicazione ma anche versioni precedenti. Trattasi di un’ottima opzione in caso di problemi con l’applicativo o in caso di necessità di dover installare la release precedente magari per problemi di compatibilità.

Per il resto, Aptoide funziona molto similmente al Play Store andando a fornire anche tutti gli eventuali aggiornamenti delle app installate. Ad ogni avvio, l’app effettuerà un check alla ricerca di eventuali aggiornamenti.

Il market, proprio come il Play Store, è disponibile anche come web application sia per dispositivi mobile che per PC desktop. In entrambi i casi, effettuando un semplice login con le proprie credenziali, gli utenti potranno installare da remoto tutte le applicazioni che desiderano, proprio come si fa dal Play Store originale. L’interfaccia del market è davvero ben fatta ed anche localizzata in lingua italiana. Gli utenti non troveranno, dunque, difficoltà ad utilizzare tutte le funzionalità presenti.

Aptoide, dunque, funziona molto bene e può rappresentare in alcuni casi un’interessante alternativa al Play Store, evidenziando che è vivamente consigliabile utilizzare il market solamente per scaricare applicazioni legali e non per quelle “modificate” che possono nascondere insidie oltre ad essere illegali.

Aptoide, come applicazione Android, è disponibile anche in versione “Lite” per gli smartphone di fascia bassa e dunque poco potenti.

Ti consigliamo anche