Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Zoom gratis: quanto dura il periodo di prova, accesso

Come attivare un account gratuito con Zoom e servizi disponibili.
Come attivare un account gratuito con Zoom e servizi disponibili.
Link copiato negli appunti

Zoom è un servizio per la comunicazione audio e video online caratterizzato da una notevole immediatezza e semplicità d’uso. È attualmente tra le piattaforme più utilizzate a livello web, grazie ad una combinazione versatile di strumenti di videoconferenza, riunioni e collaborazione remota. Si pone in evidenza per la qualità audio e video, senza tuttavia richiedere una banda particolarmente ampia, aspetto da tenere in considerazione anche a livello mobile e non solo quindi con Windows e macOS. La condivisione di schermate, immagini, video, documenti e presentazioni in genere, fa della flessibilità uno dei suoi punti di forza.

Iscrizione e accesso ai servizi di Zoom

L’iscrizione ai servizi di Zoom è gratuita, a partire dalla pagina dedicata, dove si può attivare velocemente un profilo inserendo prima di tutto la data di nascita. Viene quindi richiesto un indirizzo di posta elettronica personale o di lavoro e alternativamente si può accedere con un account Google o Facebook. Per attivare l’account ed iniziare ad utilizzare Zoom non resta quindi che selezionare il link ricevuto via email all’indirizzo indicato in precedenza. La pagina relativa all’attivazione dell’account richiede infine la creazione di una password, unitamente all’indicazione di nome e cognome.

Account gratuito di Zoom

Il profilo Base di Zoom è gratuito e per ciascuna riunione è possibile ospitare sino ad un massimo di 100 partecipanti. Il limite principale di questa modalità è fissato nella durata massima delle sessioni, la quale non può superare i quaranta minuti. Illimitato invece il numero di riunioni che si può generare. La risoluzione video è fissata in HD (720p) e durante lo svolgimento di una riunione il software rileva automaticamente chi sta parlando posizionandolo in primo piano. Lo schermo può inoltre essere suddiviso in un mosaico comprendente un massimo di 25 riquadri video rappresentanti i partecipanti. Ulteriori funzionalità concernono i componenti aggiuntivi per Chrome e Outlook, la registrazione locale in file MP4 o M4A, le chat private o di gruppo, l’alzata di mano per avvisare l’ospite quando i microfoni sono chiusi, la creazione di sale per suddividere le riunioni in gruppi separati, l’annotazione congiunta su schermo ed il controllo remoto di tastiera e mouse.

Ti consigliamo anche