Spartan: quello che ancora non sappiamo sul nuovo browser di Microsoft

Spartan: quello che ancora non sappiamo sul nuovo browser di Microsoft

del 30 gennaio 2015

Spartan, questo sconosciuto: il nuovo browser di casa Microsoft lascia non poco spazio all’immaginazione dell’utente. Ci sono ancora tantissimi dubbi a riguardo, per cui molti utenti hanno cercato di fare il punto della situazione dopo la conferenza Microsoft per la presentazione di Windows 10.

Pensato con l’obiettivo di essere interoperabile e integrato in Windows 10, Spartan è stato ridisegnato con cura da Microsoft per migliorare prestazioni ed esperienza utente.

La sua interfaccia segue la falsa riga di Internet Explorer ma ne migliora le caratteristiche: la barra dei tab viene posta in alto, proprio sulla barra degli indirizzi e sparisce per sempre la barra di stato del vecchio IE. La versione mobile, inoltre, è pensata per adattare i siti internet a quello che è lo schermo utente.

Restano però alcuni punti da chiarire: ad esempio, durante la conferenza Microsoft non è stato detto espressamente se Spartan verrà distribuito su sistemi operativi diversi da Windows 10. Inoltre, non si sa se supporterà delle estensioni, proprio come fanno i browser moderni come Chrome e Firefox.

Infine, visto che le tecnologie utilizzate dovranno essere retrocompatibili con Internet Explorer, ci si chiede quale sarà l’incremento di performance rispetto al vecchio browser Microsoft e ai suoi rivali diretti.

Bisognerà aspettare l’arrivo definitivo del browser per valutarne pro e contro.

Lascia un commento