fotoritocco

Test: programmi di fotoritocco a confronto

A cura di Marco Mattioli
del 23 luglio 2013

Il fotoritocco è tra le pratiche più utilizzate dagli appassionati di fotografia digitale, sia per migliorare la resa delle immagini che per renderle uniche mediante l’applicazione di effetti speciali. Photoscape e PhotoFiltre rappresentano due soluzioni freeware usabili in Windows quali valide alternative a software commerciali del calibro di Photoshop. Photoscape ha un’interfaccia composta da schede utili allo svolgimento di attività di ridimensionamento immagini, correzione di luminosità e colori, eliminazione dell’effetto occhi rossi e creazione di decorazioni e fotomontaggi. Presenta anche opzioni per realizzare composizioni, impaginazioni e stampe, sempre con una immediatezza e fluidità d’uso. Rende disponibile un ampio set di effetti e filtri suddivisi in categorie e facilmente applicabili anche dagli utenti meno esperti. Apprezzabili anche le modalità batch per elaborare gruppi di foto in simultanea e slideshow per mettere a punto presentazioni accattivanti.

PhotoFiltre permette di apportare modifiche di vario genere alle immagini attraverso l’ampia selezione di filtri standard ed artistici. La facilità con la quale si riescono a portare a termine le procedure principali costituisce uno dei suoi punti di forza. È compatibile con i formati grafici più diffusi e le selezioni delle aree da elaborare avvengono secondo due diverse tipologie vettoriali. La prima ricorre a forme automatiche come rettangoli, triangoli, ellissi e rombi, mentre la seconda fa procedere a mano libera con gli strumenti lasso e poligonale. L’utente dispone anche di un nutrito set di pennelli con punte personalizzabili per renderle idonee ad ogni genere di applicazione. La funzione PhotoMasque permette inoltre di ricorrere a numerose maschere già configurate per lavorare con trasparenze e contorni. Le sue caratteristiche sono infine ampliabili con l’ausilio di componenti aggiuntivi.

Lascia un commento