Deezer e Spotify

Deezer e Spotify: analogie e differenze tra le piattaforme per ascoltare musica in streaming

del 2 luglio 2013

Deezer e Spotify sono due delle più apprezzate piattaforme per lo streaming musicale. Deezer è disponibile sia come Web Application sia come applicazione dedicata per gli smartphone e i tablet pc (iOS, Android, Windows Phone e Blackberry). Deezer offre la possibilità di accedere ad un database di oltre 25 milioni di brani musicali che si potranno ascoltare in streaming dal proprio computer o dal proprio dispositivo mobile. Registrandosi gratuitamente, si possono anche usare le credenziali di Facebook o Google+, sarà possibile ascoltare tutta la musica che vogliamo per 6 mesi.

Successivamente, ci verrà concesso di ascoltare solo 2 ore al giorno di musica. L’assenza di costi è dipesa dal fatto che parte degli introiti pubblicitari vengono dati ai detentori dei diritti d’autore. Per poter invece continuare ad usufruire dell’ascolto della musica senza limiti, sarà possibile acquistare uno dei pacchetti Premium offerti da Deezer che includono anche l’assenza di pubblicità, l’ascolto della musica in alta qualità e molto altro ancora. L’utilizzo della piattaforma web è molto semplice grazie ad un’interfaccia utente minimale da cui poter accedere a tutti i servizi. Non manca anche la possibilità di creare le proprie playlist preferite da cui poter accedere in ogni monento sia dal computer che dal nostro smartphone o tablet pc.

Deezer

Spotify che confrontiamo con Deezer, è una piattaforma per lo streaming musicale che permette di accedere ad un database di oltre 20 milioni di brani musicali direttamente dal computer o dal proprio smartphone o tablet pc. Spotify a differenza di Deezer consente l’uso gratuito senza limiti dell’accesso alla musica. Dunque non sarà necessario sottoscrivere nessun abbonamento per poter usufruire dal proprio computer di tutta la musica che vogliamo. Unico scotto da pagare la presenza della pubblicità. Per chi non gradisse la presenza della pubblicità è possibile acquistare il servizio Unlimited a 4,99 euro al mese.

Spotify è, come detto, disponibile anche per dispositivi mobili. Tuttavia, per poter usufruire del servizio di streaming musicale sarà necessario dotarsi del pacchetto Premium a 9,99 euro al mese (30 giorni di prova gratuita). L’interfaccia utente delle applicazione per computer di Spotify è molto chiara e consente con facilità di gestire le molte funzionalità offerte. In particolare potremo creare le nostre playlist preferite ed accedere a moltissime stazioni radio che trasmettono in streaming.

Spotify

Riassumendo, Deezer e Spotify sono due piattaforme per lo streaming musicale molto simili. Entrambi i servizi possono venire utilizzati sia sul computer che in mobilità. Deezer però ha sicuramente il vantaggio di poter contare su un database più ampio di brani musicali e sopratutto su molta più scelta per quanto riguarda il panorama italiano. Di contro, Deezer richiede l’adesione ad un abbonamento a pagamento terminati i 6 mesi di prova per chi vuole continuare ad ascoltare senza limiti la musica. Spotify in questo fa meglio perché sopportando un po’ di pubblicità non sarà necessario sborsare nemmeno un euro per ascoltare la musica.

Lascia un commento

Fdf
lunedì 28 ottobre 2013 | 12:26

Deve essere corretta la notizia. Spotify ha la stessa politica. Dopo 6 mesi in maniera gratuita un toto di ore al mese (credo dieci) se no i pacchetti a pagamento